La partita, la squalifica e Ruby

Dopo il caso Lorbek un’altra bufera si abbatte sul mondo cestistico trevigiano.
Al centro della clamorosa vicenda proprio la nostra società ed il suo tesserato Riccardo Satriano, miglior realizzatore della squadra.

Infatti dopo l’espulsione durante la partita contro il Musano tutti si aspettavano una squalifica che però non era segnalata nel Comunicato Ufficiale, pertanto Riccardo ha disputato la seguente partita contro i Marlins, battuti di 25 lunghezze.

Martedì mattina erano ancora in corso i festeggiamenti quando è giunta una email che comunicava 2 giornate di squalifica per Satriano. Subito i vertici societari abbandonavano donnine e champagne e contattavano le Federazione.

La squalifica era stata sanzionata perché Riccardo ha giocato la partita contro i Marlins e pertanto il risultato acquisito sul campo viene ribaltato e viene omologato uno 0-20 a favore degli avversari.

Il collegio legale della Pallacanestro Paese si è prontamente riunito in una assemblea permanente e dopo 6 ore, un pranzo di 7 portate ed alcune chiamate a telefoni erotici i pareri sono discordanti.

L’avv. Galletti ha dichiarato: “La questione dal punto di vista penale non sussiste. Se il Satriano avesse agito in maniera violenta nei confronti dell’arbitro potrei intervenire ma il Diritto Sportivo non è il mio campo.”

Di altro avviso l’avv. Gentili: “Dato che il contributo di Satriano si può riassumere in 22 punti segnati si evince che senza di lui il Paese avrebbe vinto di 3 punti quindi io farei omologare così il risultato.” Inoltre ha proposto di rigiocare la partita in cambio della squalifica a vita di Ciula, gli arresti domiciliari per il capitano ed un anno di confino in sardegna per 3 giocatori estratti a sorte.

Il Giudice Sportivo ha fatto allontanare entrambi ed ha minacciato ulteriori rappresaglie in caso di altre istanze o ricorsi.

Il presidente Nasato è apparso evidentemente alterato e ha minacciato dei tagli a livello dirigenziale. Ci si chiede anche come la Commissione Giudicante abbia potuto sapere così presto della presenza in campo del giocatore squalificato.

Alcune intercettazioni telefoniche al vaglio degli inquirenti sembrano confermare la teoria della talpa in seno alla società di Paese.
Infatti è stata ascoltata una intercettazione di una voce con forte accento alpino, chiaramente cotraffatto, che denunciava la cosa e dopo aggiungeva: “…non possono vincere senza di me!”

L’inchiesta per adesso sembra conclusa ma si stanno aprendo nuovi scenari che metterebbero in contatto alcuni esponenti politici e personaggi del mondo dello spettacolo con i giocatori di Paese.

Diverse fonti, ancora da verificare, parlano di un grosso pasticcio facendo riferimento ad alcuni festini a casa del Presidente, dove avrebbe partecipato anche una misteriosa gatta (forse la stessa Ruby Rubacuori).

Il Presidente ha risposto ad alcuni giornalisti che in realtà si tratta di lasagne e non di pasticcio e quando gli sono state chieste notizie del noto faccendiere Furio De Angelis si è trincerato dietro un secco: “no comment”.

Infatti da diversi giorni De Angelis, per alcuni la grande ombra che manovra la Società, non è rintracciabile. Pare sia all’estero o in una non ben identificata località alpina.

Speriamo che i prossimi impegni sul campo servano a distogliere l’attenzione del mondo sportivo trevigiano da questa triste vicenda.
si.fo.

Il Pioppa è in tutte le edicole

Dai fasti degli anni ’70 alla scomparsa nei meandri di qualche edicola di provincia. Sto parlando dei fumetti erotici, quelli che da piccoli ci hanno accompagnato nella nostra crescita e che oggi tornano con un nuovo eroe.

Il Tromba raccontava le gesta di un militare, scelta non casuale, dato che la maggior parte dei lettori erano proprio giovani sotto naja.

6a00d8341c684553ef00e54fb9ece98834-800wi.jpg

Il Montatore aveva le sembianze di Lando Buzzanca.

ilmontatore_00tette.jpg


Il Lando è stato il precursore.

lando5mw8.jpg


Ed oggi nasce per noi un nuovo mitico fumetto ambientato nel mondo del basket minore, oserei dire amatoriale, ricco di colpi di scena e ammiccanti teatrini.

Lo trovate in edicola ogni settimana: correte a comprarlo!

Pioppa. copia.jpg

 

Buona la prima

Sono appena rientrato dalla partita, il mitico derby della Castellana, e sono contento.

Abbiamo iniziato il campionato con una vittoria e questo ripaga la fatica fatta durante gli allenamenti. Non voglio scrivere di punteggi, tabellini o commenti dei singoli, per questo lascio lo spazio a Ringhio, nostro redattore sportivo ufficiale.

Quello che voglio dire è che siamo partiti con il piede giusto, non solo per il risultato ma per come è stato conquistato. Ho visto una squadra compatta, che non ha perso lucidità nei momenti più difficili, che ha risposto con serenità ad alcune provocazioni e che non ha mai mollato.

Stasera tutti erano concentrati, pronti e decisi; anche se poi il nostro modo di giocare non è cambiato sostanzialmente e gli errori sono sempre gli stessi. La differenza è stata che siamo rimasti uniti e non ci siamo lamentati con gli arbitri e non ci siamo arrabbiati per qualche tiro o passaggio sbagliato…li abbiamo sempre fatti e continueremo a farli ma ci siamo incitati su ogni pallone ed ogni azione, anche dalla panchina, anche chi ha giocato poco o non è neanche entrato.

Segno che il clima in palestra è quello giusto! Forse l’anno scorso eravamo un pò troppo nervosi e questo non ci lasciava giocare bene.

E’ per questo che ho deciso di lanciare una nuova iniziativa:

LA MISSIONE MARIACHI


mariachi2.jpg


i dettagli per ora sono segreti; posso solo dire che servirà a non perdere di vista quello che deve essere il nostro obbiettivo: dare il massimo non dimenticando che il fine è divertirsi!

La fase uno della Missione Mariachi è iniziata ieri con la definizione degli obbiettivi. Ora possiamo concentrarci sui mezzi per portarla a termine.

Innanzi tutto servono dei fondi per finanziarla pertanto dal prossimo allenamento raccoglierò una quota libera e volontaria di 10€ a testa. Chi non vuole aderire è libero di farlo ma verrà messo alla pubblica berlina.

Una volta raggiunta la cifra prefissata passeremo alla fase acquisizione materiale.

State collegati, vi terro aggiornati. E ricorda la MISSIONE MARIACHI ha bisogno del tuo contributo.

Il vostro, stanco ma soddisfatto, Capitano

Stevo

Salutiamo Bruno

Bruno, l’astro nascente degli ultimi anni della Pallacanestro Paese, ha deciso di dare una svolta alla sua vita (non solo cestistica) e quindi abbandona la squadra, e non solo questa, per ricominciare una nuova avventura al di là dell’oceano: in Messico.

Da quando il Capitano lo aveva scoperto in uno squallido campetto di basket nella cinta muraria della città si era subito distinto per le sue doti atletiche e la voglia di fare canestro. Nelle prime apparizioni ufficiali ha faticato a comprendere il gioco legato a schemi e regole di una partita di basket abituato alla libertà ed all’anarchia del gioco di campetto.

Ragioniere e calcolatore nel lavoro si rivela fantasioso e poliedrico nel campo e nella vita. Forse per questo si vede stretta la scrivania e decide di trascorrere le sue vacanze tra Cuba, il Messico e l’Argentina. E proprio qui che conosce una musa ispiratrice che gli rapisce il cuore, e non solo quello…

Dall’amore, al matrimonio, passando per la nascita di un bellissimo bambino, il passo è breve e la sua mente comincia a viaggiare, a sognare i posti che lei gli racconta.

Quindi: “mollo tutto e vado!”

Bruno, tutta la squadra ti saluta e ti augura di trovare una vita serena e felice.

Ti salutiamo con i versi della nota canzone:

  Lei è bella, lo so
è passato del tempo e io
ce l'ho nel sangue ancor.
e vorrei e vorrei
ritornare laggiù da lei,
ma so che non andrò
questi son sentimenti di contrabbando
meglio star qui seduto
guardare il cielo davanti a me?

Messico e nuvole,
la faccia triste dell'America
e il vento suona la sua armonica
che voglia di piangere ho.

Intorno a lei, intorno a lei
una chitarra risuonerà
per tanto tempo ancor?
è il mio amore per lei
che i suoi passi accompagnerà
nel bene e nel dolor?
questi son sentimenti di contrabbando
meglio star qui seduto
guardare il cielo davanti a me.

Messico e nuvole

Chi lo sa come fa
quella gente che va fin lá
a pronunciare un sì, ma.
mentre sa che è già
provvisorio l'amore che
c'è, si, ma forse no?
queste son situazioni di contrabbando
meglio star qui seduto
guardare il cielo davanti a me

Messico e nuvole

Il tempo vola…

Mi sono reso conto solo oggi che è passato un mese dall’ultimo post, mi scuso ma non me ne sono reso proprio conto: i ritmi di vita frenetica uccidono il cervello!

In questo mese non è successo nulla di rilevante: sempre tanti assenti alle sessioni di allenamento per i più svariati motivi; ed alle partite siamo andati anche in 8. 

Il ritorno è cominciato peggio dell’andata con 5 sconfitte consecutive:

a Belluno 47 a 49

contro Godega 55 a 68

in casa Trevizoi 46 a 61

contro Vedelago 57 a 72

in casa Vasconiani 55 a 65

Una batosta più che altro a livello psicologico ma qualcosa sta cambiando.

Infatti abbiamo recuperato Pioppa e Nordio che finalmente hanno iniziato ad allenarsi con continuità e anche Ringhio sembra marciare al passo con gli altri.

Ed il risultato è arrivato… 

La cena di Natale

Ieri sera, come preannunciato si è tenuta la tradizionale Cena di Natale a casa del Ghigo. La serata è stata un successo nonostante il brutto risultato ottenuto pochi minuti prima che è stato subito dimenticato alla vista del mitico pasticcio multistrato di casa Nasato.

Peccato soltanto che ci siano state molte defezioni dovute a malattie varie, che all’ultimo momento hanno ridotto di molto la tavolata.

L’appuntamento è rinnovato al prossimo anno. Tutta la squadra ringrazia la signora Ghiga per la splendida cornice e la calorosa accoglienza. 

La cena di Natale – parte seconda

Ecco un aggiornamento per quanto riguarda la mitica cena. Il luogo deputato al convivio è stato stabilito presso la dimora del presidente Paolo “Samoa Jr.” Nasato.

Il menù resta invariato, come da tradizione, e rientra nei parametri della Fao per il sostegno alle nazioni in via di sviluppo. Insomma è prevista una sfondata, come sempre.

Purtroppo ho lasciato a casa le adesioni e non mi ricordo tutto a menoria, quindi per evitare antipatiche omissioni, postero in seguito i partecipanti previsti. 

A che punto siamo ?

Ciao a tutti. A poco più di un mese dall’inizio degli allenamenti al coperto mi sembrava giusto dare un aggiornamento sulle condizioni della squadra.

Il morale è alto; ci sono stati alcuni infortuni e delle defezioni che analizzeremo in dettaglio tra poco ma il gruppo è compatto e deciso.

L’inizio del campionato è previsto per la settimana dal 15 ottobre ed i gironi non sono ancora stati definiti.

Scendiamo nel dettaglio:

Tartaruga: è l’uomo da battere! Nonostante qualche assenza nell’ultimo periodo mantiene una forma strepitosa e la manina è sempre dolce.
Silvio: mantiene la parola data ed è molto costante, anche se ha perso mezza soppressa per strada…
Alfredo: ????
Furio: è costantemente in affanno, più per una questione psicologica che fisica. Ora mancherà per le consuete Terme stagionali, speriamo non lo rovinino del tutto.
Alessio: è partito col botto, nel senso che si è fatto subito male alla caviglia. Gli siamo tutti vicini.
Sandro Papà: è rientrato da tour “birre & salsicce” in piena forma, la mano rovente e la gamba veloce.
Bruno: si è visto solo 2 volte! Non ha ancora deciso se intraprendere il campionato o mollare. Aspettiamo che si decida.
Guido:un po’ distratto dalla imminente nascita alterna giocate da NBA a cagate pazzesche…ma è sempre un bell’uomo!
Massimo: abbandona il basket giocato! Come il fratello maggiore è stato assorbito totalmente dal mondo dei dopati e palestrati. A lui i nostri migliori auguri.
Enrico: è l’uomo nuovo della squadra; nel senso che finalmente ha capito che per non farsi male bisogna allenarsi. E i risultati si vedono subito.
Magoo: con il suo passo felpato è una certezza. Ha una sola marcia, quella lenta ma dalla distanza non perdona.
Stevo: preoccupato per i nuovi play che avanzano lotta duramente per mantenere il posto in squadra.
Ciula: è tornato da due settimane alle Mauritius e si lamenta pure… meglio porti adeguate provviste.
Walter: torna dalla montagna e riprende a pieno ritmo, deve ancora lavorare per prendere il giusto ritmo.
Ghigo: altra mano rovente: se lasciato incustodito è un cecchino che non perdona. Peccato non perdoni neanche il frigo.
Fabio: sembra che la palestra gli manchi. Ha promesso che al più presto sarà dei nostri.
Pizzo: con una spalla a mezzo servizio ma con il solito beffardo sorriso. Si allena per preparasi all’ennesima stagione.
Ricky: ha firmato il contratto e ha cominciato ad allenarsi, ha fame di palloni e di tramezzini, dolci, pizzette…
Pioppa: menisco rotto. lo operano la prossima settimana e dovrebbe rientrare il mese prossimo. Peccato, è diventato un elemento importante nell’economia di squadra.
Omar: quando si dimentica di essere zoppo dimostra tutta la sua classe, peccato succeda poche volte. Da rivedere tra due mesi.

NEW ENTRY:

Andrea: arrivato  su segnalazione del Comune  è giovane e prestante! Paga dazio su qualche fondamentale  e qualche ingenuità di troppo  ma è costante e determinato.

Poppi: si è offerto come sparring partner per qualche allenamento ma si vede poco, peccato perchè nel ruolo è azzeccato.

Umberto: arrivato con Poppi, si dimostra più costante. Ha conquistato io spogliatoio a furor di popolo con un rinfresco stile matrimonio d’altri tempi (pantagruelico).

Adriano: soffre non sapere mai quanti saremo ad ogni allenamento e quindo a volte deve improvvisare ma è sempre attento e preciso. Comincia a sentire il campionato e aumenta il tono della voce!

29 agosto 2007 PRIMO ALLENAMENTO

Ieri sera alle 20.30 appuntamento alla palestra di Castagnole per cominciare le sedute atletiche. La palestra è chiusa quindi ci trasferiamo a Paese.

PRESENTI:

Tartaruga: è il più in forma di tutti; dopo 3 giri aveva già doppiato il gruppo.
Sandro Papà: a soprpresa c’era anche lui. Birre & salsicce è la prossima settimana
Guido: sempre più bello; ora si mantiene con strane metodiche (ciuccia legni?)
Enrico: un mito! arriva e riparte in moto in tenuta sportiva. Almeno è durato tutto l’allenamento.
Stevo: ha avuto i primi cedimenti durante le andature quando Ciula ha nominato i cheeseburgher.
Ciula: presente e sempre uguale, nel bene e nel male (vedi sopra…)
Pizzo: una costante, un vero professionista. Unica nota: la maglietta storta?
Pioppa: il fondatore del gruppo “birre & salsicce” , viste le previsioni è stato a casa ma il beltempo lo ha fregato.
Omar: lo zoppo ha tenuto botta anche se era un tantino rigido.

ASSENTI:

Silvio: un maldischiena improvviso lo ha bloccato.
Alfredo: ancora desaparesidos…il Ghigo sta indagando…ma è sparito anche lui.
Furio: conferma l’impegno di venerdì per ultimo weekend al mare. Continua proprio male…Forse vuole smettere come i grandi dopo una stagione al top.
Alessio: ha confermato la presenza per venerdì.
Bruno: è in piena crisi di fine estate, deve decidere cosa fare, speriamo di vederlo venerdì.
Massimo: il nulla.
Magoo: assente adotta la tecnica “Conte Mascetti”: vago con le scuse!
Walter: felice nel ruolo di neo padre si unisce anche lui al gruppo “birre & salsicce” in montagna.
Ghigo: altro del gruppo “birre & salsicce” ma dovrebbe tornare almeno per fine mese.
Fabio: altro fresco papà è a disposizione della famiglia fino a fine anno, poi inizierà con calma.
Ricky: vuole vincere l’Open di Candelù per chiudere la stagione di tennis poi tornerà al basket.